Virusfake… e adesso che si fa ?

fauci

Allora, riassumendo:
Il Covid è un influenza, che se curata correttamente ha una mortalità relativamente bassa.
Il castello di paura è stato montato sul numero dei morti, ed è li che il cervello è andato in tilt.
Nei primi 40 giorni abbiamo visto tante morti, ma quando la diagnosi è sbagliata, anche la terapia lo è.
Son state vietate le autopsie, altrimenti il castello non reggeva.
Hanno avvertito i medici che i pazienti in arrivo andavano curati in terapia intensiva con ventilazione forzata, ossigenando polmoni che avevano trombo embolia, ovvero capillari e vene ostruite.
Quindi ossigenavamo dei polmoni che non svolgevano più la funzione.
Risultato 9 morti su 10 in terapia!
Dispiace perché le trombo embolie furono scoperte nel lontano 1837 da Hélie, un medico francese, e sono curabili.
Oggi, dopo le autopsie, i medici hanno capito che sarebbe bastato somministrare, nella fase iniziale, idrossiclorochina (Plaquenil) per evitare il 90% dei ricoveri ospedalieri.
Invece veniva somministrato il cortisone che abbassa le difese immunitarie.
Oggi il dott. De Donno di Mantova, in collaborazione coi colleghi di Pavia, applicando la terapia con l’uso di plasma iperimmune, vecchia di 100 anni, guarisce quasi tutti i pazienti, anche i casi più disperati.
Abbiamo visto calciatori ammalarsi ma grazie al loro stile di vita e ad una alimentazione sana, hannno superato con pochi o senza sintomi la malattia.
Parliamo di una pandemia che non ha ucciso nessun politico, né personaggio famoso nel mondo, una cosa strana pensando a un virus terribile e inarrestabile .
Tutto questo era funzionale a farci indossare le catene in maniera volontaria, ecco perché dobbiamo uscire dalla narrativa del terrore.
Allora se noi non capiamo cosa si nasconde dietro questa finta pandemia saremo in balia di forti privazioni della libertà, dei nostri diritti umani e, peggio, all’obblgo di cura (Vaccino).
Ci obbligano a mettere una mascherina che non ha minimamente protetto medici e infermieri e che, notoriamente, provoca ipossia e ipercapnia, che sono sindromi caratterizzate dalla difficoltà di scambio gassoso tra ossigeno e anidride carbonica.
Ci tolgono dal sole che, oltre a rafforzare il sistema immunitario, è fonte di vita e produttore della famosa vitamina D.
Dei bambini poi non è importato niente a nessuno!
Quando son proprio i nostri piccoli a subire i maggiori danni psicologici perchè si fidano degli adulti, sono indifesi ed in formazione.
Non si può andare al mare, non si possono fare assembramenti, fallisce il paese, cambio radicale di vita, ecc….
Per cosa?
In Italia sono morte 20 mila persone in meno nel primo trimestre e nessuno muore più di cancro, infarto, ictus, ecc.
Per giornali e TV invece la situazione è drammatica e continuano a sparare cifre senza fondamento per terrorizzare le persone. Perchè? Per terrorismo mediatico? Credo proprio di sì .
Ecco perché adesso dovremmo svegliarci e rivalutare la situazione sulla base della verità fattuale di oggi, che non è più quella del 10 marzo, e la questione va completamente rivalutata.
Smettiamola di aspettare un vaccino come dei fessi quando ben si sa che non può esistere per un virus che muta come quello influenzale.
Iniziamo piuttosto ad indagare quanti dei morti si fossero vaccinati per antinfluenzale a Bergamo, che notoriamente crea un abbassamento delle difese immunitarie nei mesi successivi, e ricordiamoci che i dati della mortalità in Lombardia sono i più alti del mondo… altro che cazzi!

(Giovanni Berti)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close